Chi sono

foto-chi-sono-minNon compio più  gli anni dal 9 febbraio 2000; questo tecnicamente fa di me una diciottenne stagionata 16 anni. Insomma di un certo pregio ormai.Vengo da Venezia (no, non è vero, vengo dalla terraferma, ma dopo che una tipa di Aviano incontrata in una barca in Messico, credendo di essere l’unica italiana, si è qualificata come veneziana, non mi sento nemmeno così bugiarda) ma ho una passato di 10 anni a Milano.

Dal 9 febbraio 1982 al 25 novembre 2013 nella mia vita è successo poco o niente di notevole. Poi mi sono trasferita sull’Isolachenonce e da quel momento, devo dire, un po’ di  cose sono cambiate.

Dall’Italia mi sono portata via Cosone (in realtà è lui che ha portato qui me, ma in fondo, chissene), che di suo è già un bell’ingombro, mentre il Cane –scemo-, il Gatto –psicopatico- e il Nano –un lattante con velleità da piccolo dittatore centroamericano-  li ho arruolati qui.

Costretta a imparare contemporaneamente due lingue, privata di prosciutto crudo, gorgonzola,  pomodori secchi, burrata e prosecco sono l’unico essere umano che vivendo ai Caraibi è sprofondato nella depressione più cupa.

Nei primi mesi di soggiorno estero, grazie a un indiscusso talento naturale, sono riuscita a somatizzare tutte le mie nevrosi traducendole in sintomatologie indecifrabili anche per Dr House.

Dopo una quasi cancrena alla gamba destra e al pollice della mano (sempre la destra che effettivamente, ora, è un po’ cubista) a causa di un’allergia devastante al morso di qualsiasi appartenente alla popolazione locale di insetti flebotropi con conseguenti manifestazioni cutanee degne dei peggiori bmovie splatter  anni 90 (e crolli nervosi annessi), posso dire di aver imparato un sacco di cose. Tra queste, latita ancora l’arte dello zen, ma ho smesso di cadere in preda alle convulsioni alla vista di una tarantola e non mi paralizzo più con le cucarachas. Urlo, faccio gesti inconsulti, ma lo svenimento tipo opossum è una fase superata. E scusate se è poco.

Al momento comunque molti drammi sono rientrati e, compatibilmente con la mia naturadimerda, sono piuttosto felice.

Su di me, al momento, non saprei dire di più. Su questo blog nemmeno. L’idea `di annotarci tutte le cose strambe che mi succedono. L’obiettivo? Oltre diventare la blogger più’ influente dell’universomondocheChiaraFerragnichiscansatebella, raccontare come  la vita on the beach non sia `proprio come la si sogna da dietro lo schermo di un pc: a volte è molto meglio, a volte… beh, lo leggerete, se avrete voglia!

Un pensiero riguardo “Chi sono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...