Dell’acqua alta, che a Venezia che ne sanno

Quando nei film d’azione americani il protagonista riesce a fuggire e a ricominciare una nuova vita lontano dal passato sceglie quasi sempre i Caraibi o una qualsiasi altra meta esotica che implichi mare cristallino, spiagge bianchissime e immancabili cocktail sorseggiati all’ombra di una palma, naturalmente con vista oceano. Così, nel momento esatto in cui la…

Consigli un tanto al chilo per il 2017 – Ovvero della maestra d’inglese, della sindrome della donna merda e dell’importanza delle frivolezze

Assodato che del 2016 non voglio parlare e che il mio unico augurio per il 2017 è di sopravvivergli nel miglior modo possibile, l’unica cosa che vi posso offrire in questo quinto e ultimo post dell’anno è un bilancio dei miei primi tre anni da scappata di casa e una manciata di consigli qualora qualcuno di voi -o un vostro amico- stesse metabolizzando la bizzarra idea di abbandonare gli italici lidi per bianche spiagge caraibiche.

Del QuasiNatale e della valenza metaforica di Beverly Hills 90210

Credo di essere stata in quarta o in quinta elementare quando Italia Uno ha iniziato a trasmettere Beverly Hills 90210. Me lo ricordo perché improvvisamente tutti i miei compagni di classe -quasi nessuno escluso- non facevano altro che parlarne. Io naturalmente ero tra quei quasi nessuno escluso a causa di un doppio imprimatur parentale dovuto:…

Poletti c’hai ragione tu.

                  Caro Ministro Poletti, grazie, grazie di cuore. Come sicuramente non saprai ho aperto da poco un blog -che neanche a farlo a posta si chiama a gambe levate- e che parla della mia esperienza da expat. Questa settimana ero indecisa se uscire con due post come…

Il Mulino Bianco e la guerra della munnezza

Sono una maniaca del controllo. Da sempre. Come tutti i nevrotici ho passato buona parte della mia esistenza a creare piccoli rituali che mi dessero l’illusione di poter prevedere sempre quello che stava per succedere. Se mangio dell’uva, preferisco terminare con un numero di chicchi dispari. Se cammino su delle piastrelle, istintivamente ci vedo un…

L’Oceano, Peter Pan e il cavalluccio marino

Per un certo periodo della mia infanzia ho sognato quasi ogni notte di saper volare. Come Peter Pan. Erano sogni così realistici che pur essendo consapevole del fatto che fossero solo illusioni oniriche, potevo descrivere la sensazione fisica che mi dava fluttuare nell’aria. Non ricordo che età avessi, ma con questi sogni si è reso…